mILANO.STARTAPPERLombardia, Milano Startupper. Si tratta di un Bando del Comune di Milano per aspiranti imprenditori. 

I vincitori potranno contare su un finanziamento del 50% dell’importo totale.

Obiettivo è quello di rendere le periferie sempre più servite, grazie alle nuove imprese nate con il sostegno dell’Amministrazione comunale, come il nuovo bando “Startupper”, dedicato agli aspiranti imprenditori che vogliano far nascere e crescere le loro attività nelle aree periferiche della città.

Con questo nuovo bando si vuole contrastare il divario tra lo sviluppo del centro città e le aree periferiche.

I vincitori del bando potranno contare su un finanziamento del 50% dell’importo totale (fino a un massimo di 50 mila euro, 25% a fondo perduto e 25% a un tasso agevolato dello 0,5%) volto a coprire le spese d’investimento, come ad esempio il rinnovo dei locali, i canoni di locazione, l’acquisto di software gestionali, le spese sostenute per la comunicazione o per il pagamento delle utenze.

Per gli imprenditori che abbiano necessità di una facilitazione di accesso al credito per il restante 50% delle spese sarà possibile richiedere l’utilizzo del Fondo di Garanzia, che consentirà alle imprese di essere facilitate nell’accesso a un ulteriore finanziamento bancario.

I progetti dovranno essere realizzati nei quartieri di Adriano, Baggio, Barona, Bovisa, Bruzzano-Comasina, Cagnola-Villapizzone, Calvairate, Corvetto, Crescenzago, Giambellino-Lorenteggio, Gratosoglio, Greco, Lambrate-Ortica, Niguarda-Ca’ Granda, Olmi-Muggiano, Ponte Lambro, Quarto Oggiaro, Quinto Romano, San Siro, Spaventa, Stadera, Taleido-Morsenchio, Vialba-Certosa e Vigentino-Chiaravalle-Quinto Sole. E saranno giudicati in base all’incisività dell’intervento rispetto alla riqualificazione dell’area. Sarà prevista una premialità per gli imprenditori under 35 e/o di sesso femminile. 
Tutte le domande dovranno pervenire entro le ore 12 del 26 maggio 2016. Richiedi informazioni


LOMBARDIA, MILANO - BANDO STARTUPPER - IMPRESE IN PERIFERIA

Logo Italia Contributi

Richiedi un Appuntamento a Milano

Richiedi un appuntamento in altre città

Richiedi informazioni

Sei un Commercialista? Collabora con noi​

BANDO STARTUPPER - IMPRESE IN PERIFERIA

(Ai sensi della D.G.C. n. 271 del 19/02/2016)

FINALITÀ

Il Bando prevede l’assegnazione di agevolazioni economiche a progetti imprenditoriali che verranno realizzati in aree urbane periferiche, contribuendo alla riqualificazione delle stesse.

BENEFICIARI

Sono ammessi a presentare domanda unicamente gli aspiranti imprenditori che intendono avviare una nuova impresa in aree periferiche ammissibili ai sensi della legge 266/97 e che partecipino ai lavori di pre-istruttoria previsti dal Bando di cui all’art. 9.

  • Per nuova impresa si intende un soggetto giuridico non ancora costituito alla data di presentazione della domanda al presente bando.
  • Le nuove imprese dovranno essere costituite ed iscritte al Registro Imprese della CCIAA entro sei mesi dalla notifica del beneficio, e dovranno rientrare nella classificazione di micro e piccole imprese di cui al Regolamento (CE) n. 800 del 2008.

SETTORI ESCLUSI

Sono esclusi i settori attività sensibili indicati dall’UE, classificati secondo i codici ISTAT ’91 (Codici ATECO 2002), non ammessi ad usufruire delle agevolazioni ex L. 266/97:

  • Siderurgia (13.10, 13.20, 27.10, 27.22, 27.22.2);
  • Costruzioni automobilistiche (34.10, 34.20, 34.30);
  • Costruzioni navali (35.11.1, 35.11.3);
  • Fibre sintetiche (24.70);
  • Pesca (05.01);
  • Trasporto (60,61,62).

Sono sottoposti a particolari limitazioni gli investimenti finalizzati all’esercizio delle attività di produzione, trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli (di cui all’Art. 1 del Regolamento (CE) n. 69/2001 del 12.01.2001).

AREE

Gli aspiranti imprenditori devono presentare progetti imprenditoriali da realizzare nei quartieri di Adriano, Baggio, Barona, Bovisa, Bruzzano-Comasina, Cagnola-Villapizzone, Calvairate, Corvetto, Crescenzago, Giambellino-Lorenteggio, Gratosoglio, Greco, Lambrate-Ortica, Niguarda-Cà Granda, Olmi-Muggiano, Ponte Lambro, Quarto Oggiaro, Quinto Romano, San Siro, Spaventa, Stadera, Taliedo-Morsenchio, Vialba-Certosa, Vigentino-Chiaravalle-Quinto Sole.

  • Il titolo formale di disponibilità dell’immobile in cui realizzare il progetto, in una delle aree sopra indicate, deve essere presentato entro sei mesi dalla data di notifica del beneficio.

MISURE

IL PRESENTE BANDO OFFRE LA POSSIBILITÀ DI ACCEDERE A DUE DISTINTE MISURE AGEVOLATIVE.

La prima è obbligatoria mentre la seconda è facoltativa.

E’ indispensabile tuttavia richiedere l’eventuale accesso anche alla misura facoltativa nel medesimo formulario previsto.

  • Non sono previste possibilità successive di accedere alla Misura 2 se non richiesto contestualmente alla Misura 1.

AGEVOLAZIONE

MISURA 1 (OBBLIGATORIA): CONTRIBUTO + FINANZIAMENTO

L’AGEVOLAZIONE CONCEDIBILE A FRONTE DEL PROGRAMMA DI SPESE È DEL 50% COMPOSTA DA:

  • 1. Contributo a fondo perduto, nel limite massimo del 25% della spesa complessiva ammessa;
  • 2. Finanziamento a tasso agevolato (0,5 punti percentuali), nel limite massimo del 25% della spesa complessiva ammessa.

L’AGEVOLAZIONE COMPLESSIVA NON POTRÀ COMUNQUE SUPERARE €. 50.000,00.

  • Non saranno presi in considerazione investimenti complessivi inferiori ad €. 20.000,00.

MISURA 2 (FACOLTATIVA): FONDO DI GARANZIA

Per i soggetti ammissibili che necessitano di una facilitazione di accesso al credito per il restante 50% delle spese a proprio carico è possibile richiedere l’utilizzo del Fondo di Garanzia che il Comune attiverà successivamente all’indizione del bando, in relazione al reale fabbisogno espresso dai beneficiari dello stesso.

  • Il Fondo di Garanzia consentirà alle imprese di essere facilitate nell’accesso ad un ulteriore finanziamento bancario (la concessione del finanziamento bancario o il suo diniego restano tuttavia a insindacabile giudizio della banca stessa).
  • Per accedere a questa misura le imprese compileranno una casella specifica della modulistica del bando indicando l’esatto ammontare del loro fabbisogno finanziario.

I beneficiari finali verranno poi direttamente informati dell’iter procedurale relativo alla concessione dell’agevolazione del Fondo di Garanzia.

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili le spese in conto capitale (investimenti) per almeno il 50% del totale ammesso e le spese in conto gestione (spese di gestione) per un massimo del 50% del totale ammesso.

SONO AMMESSE ALLE AGEVOLAZIONI LE SEGUENTI SPESE, AL NETTO DELL’IVA:

INVESTIMENTI

  • a) Studi di fattibilità, progettazione esecutiva, direzione lavori, servizi di consulenza e assistenza nel limite del dieci per cento del programma di spesa (incluso spese notarili);
  • b) Acquisto brevetti, realizzazione di sistema di qualità, certificazione di qualità, ricerca di sviluppo;
  • c) Opere murarie e/o lavori assimilati, comprese quelle per l’adeguamento funzionale dell’immobile per la ristrutturazione dei locali (se l’importo previsto per questa voce supera €. 25.000,00 andrà obbligatoriamente presentato in fase successiva computo metrico estimativo dell’intervento a firma dell’impresa realizzatrice o di un professionista abilitato);
  • d) Impianti, macchinari e attrezzature nuovi di fabbrica. Nel caso di acquisti di macchine, attrezzature o strumentazioni informatiche (relativi anche a processi di informatizzazione di cui alla lettera successiva) di costo singolo superiore ad €. 15.000 iva esclusa, è ammessa la spesa per la sola quota parte relativa ai 24 mesi previsti di agevolazione, presupponendo un ammortamento in cinque anni del bene;
  • e) Sistemi informativi integrati per l’automazione, impianti automatizzati o robotizzati, acquisto di software per le esigenze produttive e gestionali dell’impresa;
  • f) Introduzione di investimenti atti a consentire che l’impresa operi nel rispetto di tutte le norme di sicurezza dei luoghi di lavoro dipendente, dell’ambiente e del consumatore.

SPESE DI GESTIONE

Sono, altresì, agevolabili le seguenti spese in conto gestione, documentate esclusivamente con fattura e riferite ad un periodo continuativo di attività non superiore a ventiquattro mesi:

  • g) Spese per materie prime, semilavorati, prodotti finiti;
  • h) Spese di locazione;
  • i) Spese per formazione e qualificazione del personale;
  • j) Spese per prestazione di servizi amministrativi, di comunicazione, di vigilanza, di pulizia, di assistenza tecnica e manutenzione e di noleggio.

Per le spese relative ai canoni di locazione se ancora non individuata la sede nelle aree sopra indicate è possibile stimarne il costo di locazione attraverso il borsino immobiliare n. 47 del 2015 pubblicato dall’azienda della Camera di Commercio TEMA.

  • L’agevolazione concedibile terrà conto della stima e potrà essere esclusivamente ridotta in seguito al costo effettivo successivamente quantificabile.

SPESE ESCLUSE

Restano escluse:

  • Le spese di gestione relative al personale nonché ai rimborsi dei soci;
  • L’acquisto, il noleggio e qualunque altro costo correlato a mezzi di trasporto targati;
  • Qualunque altra spesa non direttamente ed esclusivamente riconducibile al soggetto giuridico impresa beneficiaria.

Tutte le spese sono agevolate se effettuate e fatturate successivamente alla data di presentazione della domanda di agevolazione.

  • Non sono ammesse spese in leasing.
  • Non sono ammesse spese per lavori in economia.
  • Non sono ammesse spese i cui pagamenti vanno a beneficio dei proponenti stessi o riconducibili a soggetti in relazione con gli stessi di tipo coniugale, parentale entro il terzo grado, o affine entro il secondo.

A titolo generale si ricorda che ai fini della rendicontazione saranno considerate ammissibili le spese:

  • Comprovate da fatture o notule;
  • Pagate esclusivamente tramite Assegno, Bonifico, RIBA, Bancomat, Carta di Credito;
  • I titoli di spesa dovranno contenere una descrizione dei beni adeguata alla loro identificazione.

In nessun caso verranno considerati validi pagamenti effettuati in contanti.

ESECUZIONE DEL PROGETTO

L’effettuazione delle spese da parte delle imprese beneficiarie a valere sui fondi stanziati non può superare l’arco temporale di 24 mesi dalla data di approvazione del provvedimento di graduatoria ad esso relativa.

  • L’ultimazione del progetto deve quindi avvenire non oltre ventiquattro mesi dalla data di approvazione del provvedimento di graduatoria.
  • L’aspirante imprenditore prima e l’impresa poi, sono interamente responsabili degli eventuali processi autorizzativi e delle relative tempistiche legati alla realizzazione del progetto e posti in capo ad altri enti, ad altri settori del Comune, a soggetti privati etc.
  • La data di effettuazione della spesa è quella del relativo titolo a prescindere dall’effettivo pagamento che deve avvenire non oltre 26 mesi dalla data di approvazione del provvedimento di graduatoria, e comunque prima di ricevere il saldo dell’agevolazione da parte del Comune di Milano.
  • Anche la rendicontazione deve essere presentata entro e non oltre 26 mesi dalla data di approvazione della graduatoria.

E’ possibile presentare progetti imprenditoriali con spese superiori ad €. 100.000,00 ma, il calcolo relativo ai limiti espressi in percentuale previsti sulle spese, utilizza come base esclusivamente il tetto di €. 100.000,00.

Tutti gli interventi previsti devono essere realizzati nella sede operativa identificabile nella visura camerale dell’impresa (nelle aree di cui all’allegato A).

DOMANDA

CERCA

PRE-FATTIBILITA' GRATUITA

ITALIA CONTRIBUTI PRE FATTIBILTA GRATUITA 300

CREDITO ADESSO

LOMBARDIA CREDITO ADESSO

COOPERATIVE

LOMBARDIA COOPERATIVE 2019

SVILUPPO AZIENDALE

LOMBARDIA FINANZIAMENTI ALLE PMI PER INVESTIMENTI E SVILUPPO IMPRESE. MISURA AL VIA

RICERCA INDUSTRIALE E SVILUPPO SPERIMENTALE

RICERCA E SVILUPPO SCIENZA DELLA VITA

MINIBOND

LOMBARDIA.PROGETTO.MINIBOND

"AL VIA" VALORIZZAZIONE INVESTIMENTI AZIENDALI

LOMBARDIA.AL VIA

RINNOVA VEICOLI

LOMBARDIA RINNOVA VEICOLI

NUOVA SABATINI

NUOVA SABATINI 2017 2018

 

FINANZIAMENTO SU ANTICIPO FATTURE

anticipo fatture 90 in 48 ore

IMPRESE SOCIALI

MISE IMPRESE SOCIALI 250

LINEA INNOVAZIONE

LOMBARDIA.LINEA.INNVOZANE

CONTRATTO DI SVILUPPO AGROINDUSTRIALE

CONTRATTO DI SVILUPPO AGROINDUSTRIALE 250

VUOI UNA CONSULENZA PROFESSIONALE?

chiedi appuntamento 1 Bianco

FINANZIAMENTI PER LIQUIDITA'

LOMBARDIA: TUTTE LE AGEVOLAZIONI APERTE PER LE IMPRESE

AGEVOLAZIONI PER L'EXPORT

INTERNAZIONALIZZAZIONE FINANZIAMENTI E AGEVOLAZIONI 250

NO PROFIT ONLUS ECONOMIA SOCIALE

MISE ECONOMIA SOCIALE

CONTRATTI DI SVILUPPO

CONTRATTI DI SVILUPPO 4.0

PRESTITO SCORTE E CAPITALE CIRCOLANTE

PRESTITO SCORTE E CIRCOLANTE 250X250

MARCHI PIU 3

MARCHI3 2018 MISE

IMPRESE SOCIALI NO PROFIT E ONLUS

MISE ECONOMIA SOCIALE

SMART & START ITALIA

SMART START ITALIA GIOVANI E DONNE

STARTUP INNOVATIVE A VOCAZIONE SOCIALE

START.UP.INNOVATIVE.VOCAZIONE.SOCIALE 250

PERCORSI DI QUALIFICA TRIENNALI leFP - a.f.

LOMBARDIA PERCORSI DI QUALIFICA TRIENNALI FORMAZIONE PROFESSIONLE

MISE, AZIENDE VITTIME DI MANCATI PAGAMENTI

finanziameti.alle.pmi.vittime.di.mancati.pagamenti

FINANZIAMENTI PER LE IMPRESE

NUOVE IMPRESE A TASSO ZERO

iNVITALIA.NUOVE.IMPRESE.TASSO.ZERO.2017.250

LOMBARDIA ARTIGIANATO

Lombardia.Artigianato.Investimenti 200

CONTRATTI DI SVILUPPO

CONTRATTI DI SVILUPPO 4.0

VALORIZZAZIONE TURISTICO‐CULTURALE DELLA LOMBARDIA

LOMBARDIA ATTRATTORI TURISTICO CULTURALI E NATURALI

BANDI EUROPEI: RICERCA E SVILUPPO CON SME INTRUMENTS PER LE PMI

HORIZON 2020 SME INSTRUMENTS

SELFIEMPLOYEMENT

SELFIEMPLOIEMENT aprile 2017

HAI UN PROGETTO DI IMPRESA? RICHIESTA APPUNTAMENTO

fondi bei per le imprese 2017

FONDI.BEI.2017

FINANZIAMENTI PER LIQUIDITA'

FINANZIAMENTI PER LE IMPRESE

FINANZIAMENTI IMPRESE AGRICOLE

LOMBARDIA IMPRESE AGRICOLE

LODI NUOVE IDEE IMPRENDITORIALI

LODI.NUOVE.IDEE.IMPRENDITORIALI

Dote Unica Lavoro

LOMBARDIA.GARANZIA.GIOVANI 250

HAI UN PROGETTO DI IMPRESA? CHIEDI INFORMAZIONI

RICHIEDI INFORMAZIONI

LOMBARDIA CONCRETA

Lombardia concreta 2016

Iscriviti alla Newsletter gratuita

FONDI EUROPEI

FINANZIAMENTI ALLE IMPRESE
fino a 12.500.000 euro

FONDI BEI

FONDI.BEI

PER LE IMPRESE ITALIANE

CHIEDI INFORMAZIONI

 

Dote Unica Lavoro

DOTE.UNICA.LAVORO

Pmi bresciane assunzione disoccupati

BRESCIA.CONTRIBUTI.ASSUNZIONE

ISMEA NUOVO INSEDIAMENTO GIOVANI IN AGRICOLTURA

NUOVO INSEDIAMENTO GIOVANI

START UP NUOVE IMPRESE

finanziamenti a tasso zero

fino a 1.500.000

ISMEA.NUOVO.INSEDIAMENTO.GIOVANI.AGRICOLTURA.250

Chiedi informazioni

 

Ismea: Subentro e Ampliamento in Agricoltura

INTRAPRENDO

lOMBARDIA.INTRAPRENDO

Internazionalizzazione: Programmi di inserimento sui mercati esteri

Linea R&S per MPMI - Frim Fesr 2020

RICERCA.SVILUPPO

HAI UN PROGETTO DI IMPRESA? CHIEDI INFORMAZIONI

RICHIEDI INFORMAZIONI

CREDITO ADESSO

LOMBARDIA.CREDITO ADESSO

Lombardia Smart Fashion and Design

LOMBARDIA.Smart.Fashion.and.Design

HAI UN PROGETTO DI IMPRESA? CHIEDI INFORMAZIONI

RICHIEDI INFORMAZIONI

 

Iscriviti alla Newsletter gratuita

CERCA

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter gratuita

Maggiori informazioni

PARTNER

INFORMAZIONI

VISITA ITALIA CONTRIBUTI

VI INTERESSANO I CONTRIBUTI PER ALTRE REGIONI?

logobisbordino.250

CLICCA E VEDI LE ALTRE REGIONI

MOSTRA AGEVOLAZIONI VIGENTI REGIONALI

Iscriviti alla Newsletter gratuita

MOSTRA AGEVOLAZIONI VIGENTI NAZIONALI

HAI UN PROGETTO DI IMPRESA? CHIEDI INFORMAZIONI

RICHIEDI INFORMAZIONI