CREDITO.IN.CASSACREDITO ADESSO (500 milioni di euro) è lo strumento per finanziare il fabbisogno di capitale circolante connesso all’espansione commerciale ora rinnovato per rispondere sempre più concretamente alle esigenze delle imprese del territorio, ampliando il target dei beneficiari, introducendo soglie di accesso più basse e semplificate, prevedendo condizioni ancora più favorevoli, incrementando la quota di finanziamento, dando la possibilità di richiedere più di un finanziamento.Ad oggi sono stati concessi finanziamenti per oltre 316 milioni di euro, a favore di circa 1.340 imprese, a testimonianza del sostegno concreto alle PMI, grazie a uno strumento dinamico grado di rispondere alle esigenze e necessità del territorio che di volta in volta emergono. Bando aperto, domande a sportello.

CREDITO IN-CASSA: la misura approvata da Regione Lombardia per sbloccare i crediti vantati dalle imprese nei confronti delle Pubbliche amministrazioni, si estende ora anche ai crediti tra imprese con l'istituzione di una nuova linea di intervento ('Credito In-Cassa B2B'), finalizzata appunto a smobilizzare i crediti vantati dalle imprese verso altre imprese. Bando aperto, domande a sportello.

TUTTE LE ALTRE REGIONI: per le imprese aventi sede nelle altre Regioni diverse dalla Lombardia sono disponibili diverse agevolazioni per l'anticipazione immediata sia dei crediti commerciali sia verso altre imprese che verso enti pubblici. Richiedi informazioni

CREDITO ADESSO

Logo Italia Contributi

Richiedi un Appuntamento a Milano

Richiedi un appuntamento in altre città

Richiedi informazioni

Sei un Commercialista? Collabora con noi​

 

 

NOVITÀ

Con la pubblicazione del nuovo Avviso alle Imprese sul B.U.R.L. Serie Ordinaria n. 49 del 2 dicembre 2014 l’iniziativa Credito Adesso, la linea di credito agevolata promossa da Regione Lombardia e Finlombarda S.p.A., introduce ulteriori agevolazioni a favore delle micro, piccole e medie imprese lombarde.

In particolare, destina un contributo in conto interessi pari a 300 bps (in termini di minore onerosità del finanziamento) anche alle PMI con sede nei Comuni della provincia di Bergamo interessati dalla chiusura della Strada Provinciale 27 e alle PMI danneggiate dall’Embargo russo.


CHE COS'È

Credito Adesso, è un’iniziativa nata nel 2012 per finanziare il fabbisogno di capitale circolante connesso all’espansione commerciale delle micro, piccole e medie imprese operanti in Lombardia mediante la concessione di finanziamenti chirografari dietro presentazione di uno o più ordini/contratti di fornitura di beni e/o servizi.


Si è rinnovato nel 2013 per rispondere sempre più concretamente alle esigenze delle imprese del territorio, ampliando il target dei beneficiari, introducendo soglie di accesso più basse e semplificate, prevedendo condizioni ancora più favorevoli, incrementando la quota di finanziamento e dando la possibilità alle imprese di richiedere più di un finanziamento.


DOTAZIONE FINANZIARIA

Le risorse finanziarie ammontano a 500 milioni di euro di cui 200 milioni di euro a carico di Finlombarda S.p.A. e 300 milioni di euro messi a disposizione dalle Banche convenzionate (il cui elenco è consultabile nei documenti allegati alla presente pagina).

 

A CHI SI RIVOLGE

Micro, piccole e medie imprese (comprese le imprese artigiane) con sede operativa in Lombardia, iscritte al Registro delle Imprese, operative da almeno 24 mesi e appartenenti ai settori manifatturiero, delle costruzioni, ad alcuni comparti dei servizi alle imprese e del commercio all’ingrosso, al turismo (settore alloggio).

COSA FINANZIA

Credito Adesso finanzia il fabbisogno di capitale circolante connesso all’espansione commerciale mediante l’erogazione di finanziamenti chirografari (non necessitano di garanzie).

 

MODALITÀ DI ACCESSO E CONDIZIONI DEI FINANZIAMENTI

• MODALITÀ DI ACCESSO ORDINARIA


Con presentazione di uno o più Ordini o Contratti di fornitura di beni e/o servizi aventi un importo complessivo minimo pari a:

  • - 30.000,00 € per le Micro e Piccole Imprese;
  • - 100.000,00 € per le Medie Imprese.

I singoli Ordini/Contratti devono essere antecedenti di massimo 3 mesi dalla data di presentazione della domanda di partecipazione all’avviso

Gli importi si intendono al netto di IVA.

Ogni singolo Finanziamento sarà pari massimo al 60% dell’ammontare degli Ordini o dei Contratti di fornitura ammessi e avranno importi ricompresi tra:

  • - 18.000 € e 500.000 €, per le Micro e le Piccole imprese:
  • - 60.000 € e 750.000 €, per le Medie imprese.


• MODALITÀ DI ACCESSO SEMPLIFICATA


Per le sole Micro e Piccole imprese e per richieste di finanziamento da 18 mila € fino a 45 mila €, è prevista una modalità semplificata di accesso alla misura senza presentazione di ordini/contratti e nel limite del 15% della media dei ricavi tipici risultanti dagli ultimi due esercizi contabilmente chiusi alla data di presentazione della domanda

Le imprese, per accedere a tale modalità, devono avere una media dei ricavi pari ad almeno 120 mila euro

In mancanza possono accedere all'iniziativa tramite modalità di accesso ordinaria dietro presentazione di ordini/contratti di fornitura.


CARATTERISTICHE DEI FINANZIAMENTI

Un’impresa potrà richiedere/ottenere più di un finanziamento a valere su Credito Adesso, entro il limite degli importi massimi sopra riportati


I FINANZIAMENTI HANNO LE SEGUENTI CARATTERISTICHE:


- Rimborso:
amortizing, con rata semestrale a quota capitale costante e senza preammortamento (ad eccezione di quello tecnico necessario a raggiungere la prima scadenza fissa di rimborso del 30 aprile o del 31 ottobre).


- Durata:
24 mesi o 36 mesi (oltre al preammortamento tecnico finalizzato all’allineamento alle scadenze fisse di rimborso).


- Tassi di interesse:

Euribor a 6 mesi oltre ad uno spread che varierà in funzione della classe di rischio assegnata alla PMI in una scala da 1 (miglior classe, con margine massimo applicabile di 325 basis points) a 5 (con margine massimo applicabile di 600 basis points).


- Contributo in conto interessi:

sul tasso di interesse come sopra determinato, Finlombarda SpA concederà un contributo in conto interessi, a valere sul Fondo in conto interessi di € 23 milioni, messo a disposizione da Regione Lombardia, nella misura pari a 125 basis points in termini di minore onerosità del Finanziamento.

Il contributo in conto interessi, è innalzato a 300 basis points per:
le imprese del mantovano colpite dal sisma di maggio 2012,
le imprese interessate dalla chiusura della Strada Statale 36 (quelle della provincia di Sondrio e di alcuni comuni della provincia di Lecco),
le imprese che hanno subito danni dalla tromba d’aria di luglio 2013 (alcuni comuni della provincia di Milano),
le imprese interessate dal blocco della Strada Provinciale 27 del dicembre 2013 (alcuni Comuni della provincia di Bergamo)
e le imprese con un volume di transazioni commerciali con imprese della Federazione Russa pari al 5% del fatturato totale riferito all’ultimo bilancio approvato.


- Garanzie:

non è richiesta alcuna garanzia di natura reale.
Potranno essere richieste eventualmente garanzie personali e/o garanzie dirette del Fondo Centrale di Garanzia.

DOMANDA

La domanda di partecipazione dovrà essere presentata esclusivamente online a partire dalle ore 10.30 del 12 dicembre 2014

============================

 

CREDITO IN CASSA

 

- La nuova linea B2B di 'Credito In-Cassa' ha un plafond di 500 milioni e si articola in due misure.

 

MICRO PICCOLE E MEDIE IMPRESE

1) Per le Micro piccole e medie imprese (Mpmi) si favorisce lo smobilizzo di crediti commerciali (maturati o maturandi) vantati nei confronti di altre imprese attraverso una garanzia a copertura del mancato rimborso degli importi affidati sulle linee di credito attivate. Il plafond è di 200 milioni, il fondo di garanzia di 20 milioni. 

 

GRANDI IMPRESE

2) Per le grandi imprese si favorisce lo smobilizzo di crediti commerciali vantati verso altre imprese attraverso lo strumento del factoring pro-soluto.

Il plafond è di 300 milioni.

L'intervento regionale prevede un abbattimento del costo dell'operazione attraverso il fondo funzionamento di 'Credito In-Cassa' (19 milioni) e viene previsto un trattamento maggiormente favorevole per le imprese che abbiano aderito al 'Codice Italiano Pagamenti Responsabili':

per queste imprese, infatti, è previsto un abbattimento dell'1,25 per cento, rispetto allo 0,75 per cento assicurato negli altri casi.

RICORDIAMO LE PRINCIPALI CARATTERISTICHE DELLA MISURA "CREDITO IN CASSA"

CHE COS’È


“Credito InCassa” è una nuova straordinaria misura di Regione Lombardia, finalizzata allo smobilizzo dei crediti scaduti vantati dalle imprese lombarde nei confronti degli Enti Locali (Comuni, Unioni di Comuni e Province).

La misura viene realizzata attraverso la cessione dei crediti certificati alle società di factoring convenzionate.



RISORSE FINANZIARIE

  • 19 milioni di euro messe a disposizione da Regione Lombardia a favore dell’intervento.
  • 50 milioni di euro messe a disposizione da Finlombarda come fondo di garanzia.
  • 1 miliardo di euro messo a disposizione dalle società di factoring convenzionate per l’acquisto dei crediti delle imprese.

CREDITI CEDIBILI

I crediti potranno riguardare sia le spese correnti (spese ordinarie), sia le spese in conto capitale (spese di investimento) e avere un importo minimo di 10mila euro e massimo di 750mila per i Comuni e le Unioni di Comuni e di un massimo  di 1,3 milioni per le Province e i Capoluoghi di Provincia.

Se l’impresa cedente si impegna a liquidare a sua volta i propri sub-fornitori, tali importi sono aumentati rispettivamente fino a 950mila euro per i crediti verso i Comuni e le Unioni di Comuni e fino a 1,5 milioni di euro per i crediti verso le Province e i Comuni Capoluoghi di Provincia.

A CHI SI RIVOLGE


Credito InCassa si rivolge a tutte le imprese lombarde (micro, piccole, medie e grandi)  singole in qualunque forma costituite, con sede legale o operativa in Lombardia, appartenenti a tutti i settori, che abbiano crediti (per la fornitura di beni e/o servizi / lavori nei confronti di Comuni/Unioni di Comuni e Province lombarde) scaduti o che saranno scaduti - durante il periodo di durata della misura - alla data di presentazione della domanda  di accesso all’intervento.

 

ANTICIPAZIONE CREDITI COMMERCIALI

 

  • RISERVATO ALLE IMPRESE DI TUTTE LE REGIONI
  • Anticipazione crediti commerciali verso altre imprese e verso enti pubblici
  • Agevolazione estesa a tutte le regioni italiane
  • Immediata liquidazione dell'80% dell'importo del credito
  • Nessuna garanzia richiesta

 

MAGGIORI INFORMAZIONI

RICHIEDI