SABATINI 150LOMBARDIA RINNOVA VEICOLIBANDO RINNOVA VEICOLI: Regione Lombardia e il sistema camerale lombardo emanano il Bando “Rinnova Veicoli” per incentivare le MPMI a rottamare veicoli commerciali inquinanti con conseguente acquisto di un nuovo veicolo ad uso commerciali e industriale (categoria N1 e N2) a basso impatto ambientale (elettrico, ibrido, metano o GPL).

BENEFICIARI: micro, piccole e medie imprese aventi sede operativa in Lombardia che demoliscono un veicolo di proprietà per il trasporto in conto proprio di tipo benzina fino ad euro 1/I incluso e/o diesel fino ad Euro 4/IV incluso e acquistano, anche nella forma del leasing finanziario, un veicolo di categoria N1 o N2 per il trasporto in conto proprio appartenente ad una delle seguenti categorie: elettrico puro, ibrido (benzina/elettrico solo Full Hybrid o Hybrid Plug In), metano esclusivo e GPL esclusivo, metano e GPL bifuel (benzina/metano e benzina/GPL).
CONTRIBUTO: a fondo perduto da 4.000 € a 8.000 €, per ciascun veicolo, massimo 2 veicoli per impresa, a seconda della tabella agevolazioni sottostante.
DOMANDE: le domande possono essere presentate a partire dal 16 ottobre 2018 fino al 10 ottobre 2019 (salvo esaurimento fondi). 

CHIEDI INFORMAZIONI 150CHIEDI APPUNTAMENTO 150 BIANCO

LOMBARDIA BANDO RINNOVA VEICOLI

 logo Campania contributi 300px

Chiedi Appuntamento a Milano
Chiedi Appuntamento a Brescia
Chiedi Appuntamento in altre Varese
Chiedi Appuntamento in altre Bergamo

 

SEI UN PROFESSIONISTA? COLLABORA CON NOI

LOMBARDIA BANDO RINNOVA VEICOLI

CONTRIBUTI PER L’ACQUISTO DI NUOVI VEICOLI AD USO COMMERCIALE A BASSO IMPATTO AMBIENTALE A FAVORE DELLE MICRO, PICCOLE E MEDIE IMPRESE

FINALITA'

Regione Lombardia e il Sistema camerale lombardo nell’ambito degli impegni assunti con l’Accordo di collaborazione per lo sviluppo e la competitività del sistema economico lombardo (Asse 2 - Attrattività e competitività dei territori) emanano il Bando “Rinnova Veicoli” per incentivare le MPMI a rottamare i veicoli commerciali, benzina fino ad euro 1/I incluso e/o diesel fino ad Euro 4/IV incluso, con conseguente acquisto, anche nella forma del leasing finanziario, di un nuovo veicolo ad uso commerciale e industriale (categoria N1 e N2) a basso impatto ambientale, ai fini del miglioramento delle emissioni in atmosfera e quindi della qualità dell’aria.

BENEFICIARI

Le micro, piccole e medie imprese aventi sede operativa in Lombardia che demoliscono un veicolo di proprietà per il trasporto in conto proprio di tipo benzina fino ad euro 1/I incluso e/o diesel fino ad Euro 4/IV incluso e acquistano, anche nella forma del leasing finanziario, un veicolo di categoria N1 o N2 (come individuati all’art. 47, comma 2, lett. c) del D.Lgs. 30/04/1992, n. 285 “Nuovo codice della strada”1), per il trasporto in conto proprio appartenente ad una delle seguenti categorie: elettrico puro, ibrido (benzina/elettrico solo Full Hybrid o Hybrid Plug In), metano esclusivo e GPL esclusivo, metano e GPL bifuel (benzina/metano e benzina/GPL).

ESCLUSIONI

Sono escluse dalla partecipazione al presente bando:

  • le imprese operanti nel settore della pesca e dell’acquacoltura e nel settore della produzione primaria dei prodotti agricoli facenti parte della sezione A: AGRICOLTURA, SILVICOLTURA E PESCA della classificazione delle attività economiche ATECO 2007;
  • le imprese di trasporto conto terzi, secondo quanto previsto all’art. 3 del Regolamento UE 1407/2013, iscritti al relativo albo.

DOTAZIONE FINANZIARIA

Le risorse complessivamente stanziate da Regione Lombardia per l’iniziativa ammontano a € 6.000.000,00.

CONTRIBUTO

L’agevolazione consiste nella concessione di un contributo a fondo perduto proporzionale alla massa/peso del veicolo e limitatamente alla gamma di veicoli N1 ed N2 (gli N3 -sopra le 12t- sono esclusi) secondo la tabella seguente:

LOMBARDIA TABELLA AGEVOLAZIONI BANDO RINNOVA VEICOLI

DE MINIMIS

Gli aiuti sono concessi sulla base del Regolamento UE 1407/2013 relativo all’applicazione degli articoli 107 e 108 del trattato sul funzionamento dell’Unione Europea agli aiuti “de minimis”.

  • Qualora la concessione de beneficio comporti il superamento del massimale di cui all’articolo 3 paragrafo 2 del Regolamento 1407/2013 (€ 200.000 nell’arco di 3 esercizi finanziari) lo stesso non potrà essere concesso.
  • L’aiuto si considera concesso nel momento in cui sorge per il beneficiario il diritto a ricevere l’aiuto stesso.
  • Non è prevista la cumulabilità con altri aiuti pubblici concessi per gli stessi costi ammissibili. E’ invece consentito il cumulo con le “misure generali”.

INTERVENTI AGEVOLABILI

Sono ammissibili investimenti per l’acquisto di veicoli commerciali di categoria N1 o N2, utilizzati per il trasporto in conto proprio, appartenenti a una delle seguenti tipologie: elettrico puro, ibrido (benzina/elettrico solo Full Hybrid o Hybrid Plug In), metano esclusivo e GPL esclusivo, metano o GPL bifuel (benzina/metano e benzina/GPL), alle seguenti condizioni:

  • contestuale demolizione di un veicolo commerciale di proprietà (benzina fino a euro 1/I incluso e/o diesel fino ad Euro 4/IV incluso);
  • applicazione da parte del venditore di uno sconto di almeno il 12% sul prezzo di listino del modello base, al netto di eventuali allestimenti opzionali. Il prezzo di listino di riferimento è quello definito alla data del 2 agosto 2018.

E’ ammissibile anche l’acquisto tramite leasing finanziario purché il relativo contratto includa le seguenti condizioni:

  • obbligo delle parti di concretizzare il trasferimento della proprietà del veicolo locato a beneficio del soggetto utilizzatore, mediante il riscatto, alla fine della locazione;
  • il maxi canone di anticipo sia di importo almeno pari all’ammontare del contributo richiesto.

Non è ammissibile l’acquisto tramite noleggio.

MASSIMO VEICOLI PER IMPRESA

Ciascuna impresa, a valere sul presente bando, può chiedere il contributo per non più di due veicoli (a fronte del medesimo numero di veicoli commerciali rottamati di proprietà dell’impresa stessa), presentando una o due distinte domande di contributo.

  • I veicoli acquistati devono essere immatricolati per la prima volta in Italia.
  • La data di acquisto, rilevabile dalla fattura, e la data di immatricolazione devono essere successive alla data di richiesta di contributo di cui al presente Bando.

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammesse a contributo le spese al netto dell’IVA per l’acquisto, anche nella forma del leasing finanziario (di natura “traslativa”), di veicoli commerciali di categoria N1 o N2, utilizzati per il trasporto in conto proprio, appartenenti a una delle seguenti tipologie:

  • elettrico puro,
  • ibrido (benzina/elettrico solo Full Hybrid o Hybrid Plug In),
  • metano esclusivo e GPL esclusivo,
  • metano o GPL bifuel (benzina/metano e benzina/GPL).

Sono ammissibili solo veicoli nuovi di fabbrica, omologati dal costruttore.

SI PRECISA CHE TUTTE LE SPESE AMMISSIBILI DEVONO:

  • essere intestate al soggetto beneficiario
  • essere comprovate da fatture quietanzate, o documentazione fiscalmente equivalente, emesse dal fornitore dei beni/servizi, riportanti lo sconto almeno del 12% sul prezzo di listino del modello base, al netto di eventuali allestimenti opzionali;
  • essere comprovate da documentazione bancaria o postale, comprensiva di estratto conto, attestante il pagamento per intero del titolo di spesa esclusivamente da parte del soggetto beneficiario;
  • riportare la dicitura “Spesa sostenuta a valere sul Bando “Rinnova Veicoli” specificando gli estremi del presente Bando. Si precisa che, in caso di investimento in leasing, la dicitura sulle fatture dovrà essere apposta da parte della società di leasing, che resta in possesso delle fatture stesse.
  • Le fatture non accompagnatorie dovranno essere corredate dal verbale di consegna.

SPESE NON AMMISSIBILI

Sono considerate spese non ammissibili al contributo:

  • le spese in auto-fatturazione;
  • le spese per l’acquisto di veicoli N1 e N2 usati;
  • le spese per fornitura di beni e servizi da parte di società controllate e/o collegate e/o con assetti proprietari sostanzialmente coincidenti3 e comunque tutte le spese riguardo alle quali si ravvisi una effettiva elusione del divieto di fatturazione fra imprese appartenenti “all’impresa unica” (ex art. 2 c. 2 del Regolamento (CE) n. 1407/2013).

DOMANDE

Le domande di contributo devono essere presentate a partire dalle ore 14.30 del 16 ottobre 2018 fino alle ore 16.00 del 10 ottobre 2019.

APPROFONDIMENTO

SCARICA I DOCUMENTI

CHIEDI INFORMAZIONI 150CHIEDI APPUNTAMENTO 150 BIANCO

 

Campania Contributi

 MISE IMPRESE SOCIALI 800 10m

 

PIANO DI RISTRUTTURAZIONE AZIENDALE 800

 

INTERNAZIONALIZZAZIONE FINANZIAMENTI E AGEVOLAZIONI 800

 

SEI UN PROFESSIONISTA TI OCCUPI DI FINANZIAMENTI COLLABORA CON NOI 800

 

LIQUIDITà 800

 

SABATINI PER ACQUISTO ATTREZZATURE 800

 

SMART START BANNER 800X115

 

 

NUOVE IMPRESE A TASSO ZERO SLIDER 800

 

 ANTICIPO FATTURE BANNER 800

 

TI INTERESSANO AGEVOLAZIONI FINANZIARIE DI UN ALTRA REGIONE?

VISITA IL SITO DI ITALIA CONTRIBUTI

ITALIA CONTRIBUTI

 VISITA ANCHE I NOSTRI SITI REGIONALI

- LombardiaContributi.it

- PiemonteContributi.it

- VenetoContributi.it

- ValledAostaContributi.it

- LiguriaContributi.it

- TrentinoAltoAdigeContributi.it

- FriuliVeneziaGiuliaContributi.it

- EmiliaRomagnaContributi.it

- ToscanaContributi.it

- UmbriaContributi.it

- MarcheContributi.it

- LazioContributi.it

- AbruzzoContributi.it

- MoliseContributi.it

- CampaniaContributi.it

- PugliaContributi.it

- BasilicataContributi.it

- CalabriaContributi.it

- SiciliaContributi.it

- SardegnaContributi.it


Logo Italia Contributi

(TM) ITALIA CONTRIBUTI E' UN MARCHIO DEPOSITATO E PROTETTO
Tutti i diritti sono riservati
Vietato riprodurre, copiare o ripubblicare articoli e contenuti senza autorizzazione

.

.

.

.CHIEDI INFORMAZIONI 150CHIEDI APPUNTAMENTO 150 BIANCO