START.UP.INNOVATIVE.VOCAZIONE.SOCIALE 250LOMBARDIA, Start Up Innovative a vocazione sociale: modificato il bando SIAVS. In particolare le spese devono essere fatturate a partire dalla data di presentazione della domanda ed entro la data di conclusione del progetto. Il progetto deve concludersi entro 365 giorni dall’approvazione della graduatoria.
OBIETTIVO: Sostenere l’innovazione sociale e le start up innovative a vocazione sociale
BENEFICIARI: Start up innovative a vocazione sociale e aspiranti imprenditori che si impegnano a costituire una start up innovativa a vocazione sociale.
INTERVENTI AMMISSIBILI: Assistenza sociale o sanitaria; Educazione, istruzione e formazione; Tutela dell’ambiente e ecosistema; Valorizzazione del patrimonio culturale; Turismo sociale; Formazione universitaria e post universitaria; Ricerca ed erogazione di servizi culturali; Formazione extra-scolastica al fine di evitare la dispersione scolastica; Servizi strumentali alle imprese sociali.
SETTORI AMMESSI: i richiedenti possono presentare le proprie idee progettuali in tutti i settori di attività previsti dalla normativa con particolare riferimento ai seguenti campi di applicazione: turismo sociale, welfare culturale e servizi alla persona.
CONTRIBUTO: massimo di € 100.000 per impresa in termini percentuali rispetto al totale delle spese ammissibili.
INTENSITÀ DEL CONTRIBUTO: per micro e piccole imprese, medie imprese + premialita: 
RICERCA INDUSTRIALE 70% / 60% / +15% fino a un massimo dell’80%;
SVILUPPO SPERIMENTALE: 45% / 35% / +15%. 
STUDIO DI FATTIBILITÀ: 70% / 60% / +15% fino a un massimo dell’80%.
INNOVAZIONE DEI PROCESSI E DELL’ORGANIZZAZIONE: 50%
INVESTIMENTO MINIMO per impresa deve essere pari ad € 50.000.
DOMANDE: a partire dal 4 settembre fino al 29 settembre 2017.

CHIEDI INFORMAZIONI 150CHIEDI APPUNTAMENTO 150 BIANCO

LOMBARDIA BANDO SIAVS

logo Campania contributi 300px

Chiedi Appuntamento a Milano
Chiedi Appuntamento a Brescia
Chiedi Appuntamento in altre Varese
Chiedi Appuntamento in altre Bergamo
Chiedi Informazioni

Sei un Consulente? Collabora con noi

 

START UP INNOVATIVE A VOCAZIONE SOCIALE

FINALITA’

Sostenere l’innovazione sociale e le start up innovative a vocazione sociale, attraverso la realizzazione di progetti che presentino: innovazione di servizi, processi e metodi nuovi ideati per risolvere in modo efficace un problema della comunità di riferimento, con l’obiettivo di interessare la popolazione locale verso una problematica comune, mobilitare risorse, attirare investimenti e stimolare soluzioni “scalabili”.

RISORSE FINANZIARIE

Regione Lombardia rende disponibile una dotazione finanziaria di € 1.000.000,00.

BENEFICIARI

POSSONO FARE DOMANDA DUE CATEGORIE DI SOGGETTI RICHIEDENTI:

  • le Start up innovative a vocazione sociale già costituite e iscritte nella sezione speciale del registro imprese di una delle Camere di commercio lombarde ai sensi del DL 179/2012 e ss.mm.ii.;
  • gli aspiranti imprenditori, ossia persone fisiche che provvedano, nel termine perentorio di 90 giorni a partire dalla data del provvedimento di concessione, pena la decadenza dal contributo, ad iscrivere ed attivare nella sezione speciale del registro imprese di una delle camere di commercio lombarde una start up innovativa a vocazione sociale ai sensi del DL 179/2012 e ss.mm.ii.

INTERVENTI AMMISSIBILI

Le imprese richiedenti devono operare in uno dei settori di attività previsti dall’art. 2 c. 1, del D.Lgs 155/2006 e ss.mm.ii :

  • Assistenza sociale o sanitaria;
  • Educazione, istruzione e formazione;
  • Tutela dell’ambiente e ecosistema;
  • Valorizzazione del patrimonio culturale;
  • Turismo sociale;
  • Formazione universitaria e post universitaria;
  • Ricerca ed erogazione di servizi culturali;
  • Formazione extra-scolastica al fine di evitare la dispersione scolastica;
  • Servizi strumentali alle imprese sociali.

I soggetti richiedenti possono presentare le proprie idee progettuali in tutti i settori di attività previsti dalla normativa con particolare riferimento ai seguenti campi di applicazione: turismo sociale, welfare culturale e servizi alla persona.

CONTRIBUTO

Nel rispetto, cumulativo o alternativo, delle singole categorie di aiuto in esenzione di cui agli artt. 25 e 29 del Regolamento 651/2014, è previsto un contributo massimo di € 100.000 per impresa in termini percentuali rispetto al totale delle spese ammissibili, così come precisato nella tabella successiva. L’investimento minimo per impresa deve essere pari ad € 50.000.

LOMBARDIA SIAVS TABELLA CONTRIBUTO

DOMANDE

FASE 1 – CALL FOR IDEAS

Presentazione delle domande con modalità online
Le domande di partecipazione devono essere presentate:

  • dalle 14.30 del 4 settembre 2017
  • alle 12.00 del 29 settembre 2017

 

Campania ContributiCHIEDI INFORMAZIONI 150CHIEDI APPUNTAMENTO 150 BIANCO


SEI UN PROFESSIONISTA ESPERTO IN FINANZA AGEVOLATA?
COLLABORA CON NOI

COLLABORA CON NOI

COLLABORA


SEI UN CONSULENTE?

 TI INTERESSA LA FINANZA AGEVOLATA?

AFFILIAZIONI INFORMAZIONI
 

AFFILIATI A ITALIA CONTRIBUTI

SCOPRI I VANTAGGI DELL'AFFILIAZIONE IN CON ITALIA CONTRIBUTI

PULSANTE AFFILIAZIONE CHIEDI INFORMAZIONI


TI INTERESSANO AGEVOLAZIONI FINANZIARIE DI UN ALTRA REGIONE?

VISITA IL SITO DI ITALIA CONTRIBUTI

ITALIA CONTRIBUTI

 VISITA ANCHE I NOSTRI SITI REGIONALI

- LombardiaContributi.it

- PiemonteContributi.it

- VenetoContributi.it

- ValledAostaContributi.it

- LiguriaContributi.it

- TrentinoAltoAdigeContributi.it

- FriuliVeneziaGiuliaContributi.it

- EmiliaRomagnaContributi.it

- ToscanaContributi.it

- UmbriaContributi.it

- MarcheContributi.it

- LazioContributi.it

- AbruzzoContributi.it

- MoliseContributi.it

- CampaniaContributi.it

- PugliaContributi.it

- BasilicataContributi.it

- CalabriaContributi.it

- SiciliaContributi.it

- SardegnaContributi.it


Logo Italia Contributi

(TM) ITALIA CONTRIBUTI E' UN MARCHIO DEPOSITATO E PROTETTO
Tutti i diritti sono riservati
Vietato riprodurre, copiare o ripubblicare articoli e contenuti senza autorizzazione

.

.

.

.CHIEDI INFORMAZIONI 150CHIEDI APPUNTAMENTO 150 BIANCO